Archivio mensile Gennaio 2018

Dicircolofotograficomarianese

Inaugurazione mostra “Sei progetti” di Luigi Vegini

Domenica 11 febbraio, ore 10:30.

Biblioteca Civica Giacinto Gambirasio

via Italia, 58 – 24060 Seriate BG

Dicircolofotograficomarianese

Mostra fotografica – Dario Quaglia – Evanescenze

Dario Quaglia è un fotoamatore che da una
trentina d’anni si diletta con la fotografia.
Gravita da sempre attorno al Circolo Fotografico
Marianese del quale è un esponente di spicco.

Con la mostra EVANESCENZE riconduce tutti noi
alla riscoperta dello stupore per il modo in cui la
natura dà vita senza posa alla perfezione in ogni
sua creazione ed in ogni elemento che la
compone.
Esili ed eteree presenze, giochi di luci

e profumo nel mare infinito, di una giornata
primaverile. Il risveglio dei sensi e della vita, del
bello e dell’essenziale che segue i ritmi e i profumi
delle stagioni e delle leggi della natura.
Metafora della delicatezza e della poesia.

Dicircolofotograficomarianese

Mostra fotografica – Michela Cassina

Michela Cassina nasce ad Alzano Lombardo il 16 maggio 1977.

Si dedica alla fotografia, pur ammirandola sin dall’infanzia, solo dal 2006, anno in cui acquista la sua prima reflex digitale e si iscrive al Circolo Fotografico Marianese.

Predilige la fotografia in bianco e nero ed è affascinata dai più svariati generi fotografici: da quelli più “classici” a quelli più “sperimentali”. Per lei il mezzo fotografico non ricopre un ruolo primario nel raggiungimento del risultato: che sia una fotocamera digitale, analogica, una compatta oppure uno smartphone non è rilevante, conta solo ciò che si riesce a comunicare.

www.michelacassina.it

Dicircolofotograficomarianese

Serata Grandi Maestri – Gregory Colbert – 25 gennaio 2018

Giovedì 25 gennaio 2018 ore 21:00 presso la sede CFM.

Gregory Colbert (nato nel 1960) è un fotografo e cineasta canadese noto come creatore di “Ashes and Snow” (Ceneri e neve). Colbert si considera un apprendista della natura. Le sue opere sono collaborazioni tra esseri umani e altre specie che esprimono la sensibilità poetica e l’immaginazione umana e animale. Le sue immagini offrono una visione inclusiva non gerarchica del mondo naturale, che descrive un’interdipendenza e una simmetria tra l’umanità e il resto della vita. Nel descrivere la sua visione, Colbert ha detto: “Definire quello che faccio come narrazione … è interessante avere un’espressione in un’orchestra, e io sono solo un musicista dell’orchestra. Sfortunatamente, come specie abbiamo ho voltato le spalle all’orchestra. Sto per aprire l’orchestra, non solo agli altri umani, ma ad altre specie. ”

La serata si svilupperà in due parti. Nella prima (breve) dell’artista, del progetto “Ashes and Snow” e una visione di un numero sufficiente di fotografie del progetto. Nella seconda, della durata di un’ora, verrà proiettato l’intero film che costituisce il corpo generale dell’opera, che, a tutti gli effetti, può essere considerata un connubio perfetto di fotografia e film.